E’ possibile rimanere giovani?

giovinezza

Malgrado l’avanzare di tecniche chirurgiche che “regalano” un’aspetto sempre più giovanile che risponda ad un modello (stereotipato) di bellezza, esistono numerosi esempi di come si possa rimanere in giovinezza e salute senza sottoporsi a tecniche innaturali ed invasive! 

Molto significante è quello del POPOLO DEGLI HUNZA:

Gli Hunza, il popolo con la media di vita di 130 anni

Il sogno di tutti gli uomini, da sempre, è quello di vivere il più a lungo possibile, poiché la morte è un interrogativo misterioso e temuto da chiunque. Ma al mondo c’è anche chi riesce ad allontanare più possibile tutti quei fattori nocivi che potrebbero portare alla morte, come ad esempio il popolo degliHunza: essi non conoscono nessuna delle comuni patologie degenerative, come il cancro o le malattie del sistema nervoso. Oggi, scopriremo insieme diversi aspetti interessanti di questa gente.

Sono confinati al nord del Pakistan, e si trovano precisamente dentro una valle sulla catena dell’Himalaya. Il loro record è presto detto: sono la popolazione più longeva al mondo, da tutti i tempi. Nonostante non dispongano della nostra tecnologia, e dunque non avendo neanche la possibilità di usufruire di eventuali cure mediche, dopo aver superato i cento anni riescono ancora a lavorare, a curare i propri figli e a fare tante altre cose che noi non ci sogniamo di fare neanche dopo i 70 anni.

Anche le donne Hunza riescono ad essere ancora attive dopo i 90 anni, davvero incredibile! Come potrete immaginare, sono molto più giovanili di noi, sia fisicamente che mentalmente. Ma qual’è il loro segreto? Probabilmente, il lungo digiuno al quale si sottopongono volontariamente ogni anno,  o anche l’alimentazione vegetariana e uno speciale tipo d’acqua, quella alcalina, che fortunatamente scorre nelle loro terre.

Di cosa si cibano? Gli Hunza mangiano solo ed esclusivamente i frutti della natura, e a causa di ciò durante l’inverno soffrono dei brutti periodi di carestia. Ma sono loro stessi ad adottare undigiuno terapeutico: è così che viene definito dai naturopati. Vengono coltivati frumento, orzo, grano saraceno e verdure da orto, come pomodori, piselli, rape, spinaci e cavoli. Anche la frutta c’è in abbondanza: sono tanti gli alberi di noci, ciliegie, melograni, pere, pesche, albicocche emore.

Se pensate che il digiuno li indebolisca, vi sbagliate, eccome: pensate che un Hunza riesce addirittura a camminare per ben 200 km con un andatura spedita, senza mai fare neanche una pausa. Vi piacerebbe diventare Hunza? Sareste pronti a lanciarvi in una vita fatta di sacrifici pur di vivere più a lungo?

 

ANNETTE LARKINS, LA SETTANTENNE CHE RESTA GIOVANE.

Annette Larkins – 70 anni

La signora nella foto si chiama Annette Larkins ed  è nata nel 1942 ad Asheville, North Carolina.

Annette sostiene di non aver mai fatto ricorso alla chirurgia plastica né ad altri ” aiutini” esterni.

La signora gode di ottima salute, non prende mai alcuna medicina ed è piena di energia tanto che la sua giornata comincia alle 5,30 del mattino.

Il suo segreto più prezioso si trova nel suo giardino.

Il giardino di Annette è pieno di frutta e verdura e in ogni angolo si trova qualcosa di commestibile.

Annette si ciba esclusivamente di ciò che cresce nel suo giardino e beve l’acqua piovana che raccoglie nel suo giardino.

Amos e Annette

Il marito di Annette,Amos ha avuto per diversi anni una macelleria.
Annette, in quegli stessi anni, decise di diventare vegetariana ed in seguito vegana contrapponendosi quindi allo stile di vita del marito.

Attualmente Amos prende diversi medicinali, soffre di pressione alta e diabete e, pur essendo più giovane, dimostra più anni di Annette tanto che alcuni pensano che sia sua figlia.

La dieta di Annette è composta da frutta, fresca e secca, verdure e semi.

Il cibo non ha bisogno di essere elaborato e cotto, 
quello che mangio mi dà tanta energia che se potessi venderla sarei miliardaria“.

Annette Larkins

La testimonianza di Annette Larkins conferma ancora una volta, ciò che un team di scienziati ha scoperto sul cibo crudo grazie alla fotografia Kirlian e cioè che il campo energetico emesso da quest’ultimo è decisamente più forte di quello emesso dal cibo cotto.
Tutto ciò influisce sulla nostra salute, ma anche sul nostro aspetto.

BROCCOLO CRUDO E BROCCOLO COTTO
FOTO KIRLIAN
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...